Domenico VULPIANI

Prefetto Domenico VULPIANI, 65 anni, proveniente dai ruoli della Polizia di Stato. Laureato con lode in giurisprudenza presso l’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma.

Nel corso della sua carriera ha ricoperto  numerosi incarichi. In particolare:

Dal 1978 al 1988 è stato responsabile dei servizi di protezione e tutela delle più alte cariche dello Stato, quali il Ministro dell’Interno, il Presidente del Consiglio e il Presidente della Repubblica.

Dal 1988 al 1996, ha prestato servizio presso il Servizio Antiterrorismo della Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione, introducendo il primo sistema informatizzato di gestione delle attività investigative in materia di antiterrorismo.

Dal 1996 al 2001, è stato Capo della DIGOS di Roma, ove ha condotto con successo numerose indagini in materia di contrasto alla criminalità eversiva, ottenendo numerosi riconoscimenti per i meriti acquisiti.

Dal 2001 al 2009, è stato Direttore del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni, ufficio specializzato nella tutela delle comunicazioni e nel contrasto ai crimini postali ed informatici.

Durante il suo mandato quale Direttore di quest’ultima struttura, il dott. Vulpiani ha inteso potenziare l’attività istituzionale, realizzando tre importanti uffici: il “Commissariato On-line”,  portale interattivo con gli utenti della rete Internet; il “Centro Nazionale per il Contrasto alla Pedopornografia On-line”, ed infine il “Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche”, istituito in ottemperanza alla Legge 155/2005, recante “Misure contro il terrorismo internazionale” ed inaugurato il 23 giugno 2009, che provvede alla prevenzione e alla repressione degli attacchi informatici in danno dei sistemi informatici strategici per la vita del Paese.

Nell’anno 2007, sotto la sua direzione, la Polizia Postale e delle Comunicazioni è stata inserita tra le 100 eccellenze del Paese nel rapporto Eurispes.

Lo stesso anno la Polizia Postale e delle Comunicazioni è entrata a far parte della VGT (Virtual Global Task Force) l’organizzazione internazionale di agenzie di law enforcement più importanti nel mondo nel contrasto alla pedofilia on-line.

Nel maggio del 2007 Il Presidente della Repubblica ha conferito la medaglia d’oro al Merito Civile alla Bandiera della Polizia di Stato per gli eccezionali risultati raggiunti dalla Polizia Postale nelle investigazioni sia a livello nazionale che internazionale, nelle attivita’ di prevenzione e di contrasto alle odiose azioni di sfruttamento dei minori a fini sessuali, commesse attraverso Internet.

Il 5 agosto 2009 il dott. Vulpiani è stato nominato Dirigente Generale della Polizia di Stato, e dal quella data fino al 2012 ha svolto l’incarico di Coordinatore per la “sicurezza informatica e la protezione delle infrastrutture critiche del Paese”.

Dal 2012 al 2013 ha diretto l’Ufficio Centrale Ispettivo del Dipartimento della Pubblica sicurezza, dove ha istituito un innovativo sistema di audit per la Polizia di Stato.

Nel Consiglio dei Ministri del 17 dicembre 2013, il dott. Vulpiani è stato nominato Prefetto e da quella data ha ricoperto l’incarico di Coordinatore del Gruppo di lavoro per reingegnerizzazione e razionalizzazione dei sistemi informatici e delle infrastrutture di telecomunicazioni del Ministero dell’Interno.

Dal 16 marzo 2017, ha ricevuto dal Ministro dell’Interno anche l’incarico di Responsabile della transizione alla modalità operativa digitale, ex art 17, D.lgs 7 marzo 2005, n. 82 e s.m.i..

Dal 1 luglio 2017, il Prefetto Vulpiani è stato collocato in quiescenza per sopraggiunti limiti di età.

Nell’agosto del 2015, Con decreto del Presidente della Repubblica è stato nominato Commissario Prefettizio per l’amministrazione straordinaria del X Municipio di Roma Capitale, sciolto per infiltrazione mafiosa ai sensi dell’art 143 del T.U.E.L, incarico che tuttora ricopre.